Geranien
alpenrose-1 alpenrose-1 alpenrose-1 alpenrose-1
RICHIESTA VELOCE: Calendar
TEL +39 0471 84 31 36

Escursioni in Alta Badia

"La voglia di vivere, i paesaggi mozzafiato, i prati fioriti, i torrenti argentati e una molteplicità di avventure ed esperienze."

Un'incomparabile gioia e la soddisfazione interna sono solo due delle tante sensazioni che le escursioni sono in grado di offrire, oltre a favorire la salute.

Una via per trovare la felicità interna in mezzo alla natura straordinaria ed incontaminata.

Escursione con le mountain bike elettriche
Vuoi esplorare l'affascinante paesaggio, Vuoi raggiungere le baite alpine per passare qualche ora su una terrazza soleggiata per gustare le specialità tipiche o Vuoi semplicemente divertirti con tutta al famiglia?  
Ti noleggiamo le nostre mountain bike elettriche per farti provare una nuova innovativa esperienza.

L’Alta Badia, con un'infinità di itinerari e percorsi preparati con cura, attraverso i parchi naturali di Fanes - Sennes - Braies e Puez Odle, è il posto ideale per trascorrere le vacanze in mezzo alla natura e nel quale ognuno potrà realizzare il suo sogno individuale.

Ecco alcune proposte di escursioni

La Valle – Armentara – Santa Croce

Escursione stupenda da La Valle attraverso i prati dell' Armentara all' ospizio di S. Croce

Il percorso inizia a La Valle, per giungere alla malga "La Cialciara", raggiungibile anche in macchina. Da lì inizia il sentiero che porta all'altipiano dell' Armentara. Dopo soli 20 minuti circa vi si aprirà un panorama stupendo, sia per le montagne circostanti che per i prati. Il percorso prosegue, prima pianeggiante, poi leggermente in salita, in direzione S. Croce. Alla Vostra sinistra sarete accompagnati dall'impetuosa costellazione delle Cima Nove, Cima Dieci e Sasso Croce. Alla Vostra destra sarete sorpresi da un panorama magnifico e potrete vedere la Val Badia nel suo insieme, dal Putia al Sassonghere e il Gruppo del Sella. Lungo il percorso si può notare come la fauna e la flora si adeguino all'altitudine. Dopo 2-3 ore di percorso si raggiunge il traguardo. Al di sopra della foresta, sono situati la cappella di S. Croce e il piccolo antico rifugio, adagiati ai piedi del maestoso Sasso Croce.

Durata del percorso: 2 - 3 ore

Dislivello: 700 m

Rifugi: Kreuzmessnerhütte (S. Croce) e Ranch (Armentara)

La seconda variante degli itinerari del S. Croce si presenta come piacevole escursione, avvolti dalle rose alpine in fiore e dai boschi circostanti.

Da La Valle si raggiunge sia in macchina che a piedi la Villa Coz. Da lì, un percorso curato, porta all'altipiano dell'Armentara, per poi giungere a S. Croce. Un magnifico sentiero vi porterà dai piedi del Sasso Croce lungo le grotte delle nevi alla Val di Fanes, per concludere l' escursione di nuovo presso la Villa Coz.

Una salita pretenziosa ai 3023 m d'altitudine: Cima Dieci

L' itinerario parte dall' Ospizio di S. Croce portando alla Cima S. Croce (2908 m d' altitudine), in parte su sentieri, attraverso lo stupendo paesaggio montuoso, in parte su vie ferrate. Da lì, in un'ora, si può raggiungere Cima Dieci (si consiglia l'attrezzatura per arrampicate).

Durata del percorso: 3-4 ore

Dislivello: 1020 m

Giro delle Villes

La Valle offre una piacevole passeggiata attraverso le Villes, il centro del paese d'una volta e la chiesetta di S. Barbara.

La chiesetta di S. Barbara, il monumento tutelato del Vidum, le rovine del paese vecchio, le Villes di Rü, Biei, Ciampei e Runch, con il suo tribunale risalente al 16° secolo, sono le più note delle attrazioni regalate dal percorso, che si presenterà come insieme di storia, arte e tradizione.

I masi "Lüch de Survisc" e "Lüch de Ciablun" si occuperanno di rendere la giornata armoniosa, servendo piatti tipici locali, preparati secondo l' arte ladina.

Durata del percorso: circa 3 ore

Dislivello: 300 m

Giro del Putia

Il percorso si adatta a tutti gli amanti della montagna, facendo della gita una giornata affascinante. Per incoronare la gita è inoltre possibile espugnare la cima del Putia.

Il Passo delle Erbe, punto di partenza, permette di presagire la bellezza del percorso, presentandosi nella totalità del suo splendore.

Dopo una lieve salita, si raggiunge la Munt de Fornela, dalla quale si intravede già il monte Putia, capace di cambiare aspetto, manifestando mille forme chilometro per chilometro.

Salendo sull'altipiano dolomitico per circa 1 ora e mezza si raggiunge il Passo del Putia.

Dopo una breve pausa rigenerante inizia la discesa lungo i prati soleggiati del Putia fino a giungere la baita Valacia, poi una lieve salita al Passo Göma. Lungo le pendici del Putia si arriva alla baita Göma, poco distante dalla Munt de fornela, dalla quale una piacevole passeggiata riporta al Passo delle Erbe.

In alternativa è possibile dal Passo del Putia espugnare la cima, una salita breve, ma ripida. Una pretenziosa arrampicata vi permetterà di raggiungere la cima a 2875 m d' altitudine (dislivello dal passo: 518 m). Una volta arrivati in cima, lo sforzo sarà ricompensato dal panorama magnifico: dal Großglockner, alle più alte cime delle Alpi e delle Dolomiti.

Partenza: 2008 m d' altitudine

Durata del percorso: 4-5 ore

Dislivello senza arrampicata in cima: 397 m

Percorso: 12,5 km

Escursione al monte Rît (Crusc da Rît) e cima Pares

I monti di Rît e Pares regalano una vista spettacolare sulle monumentali valli di Marebbe e di La Val. Entrambi sono facilmente espugnabili attraverso gli idillici prati di Rît. L' escursione è caratterizzata dal paesaggio romantico e integro della zona.

L' escursione parte da La Val, attraverso i masi di Cians e Biei, per poi giungere al "lech da Rît" sul sentiero segnato numero 6. L' itinerario prosegue lungo il sentiero 13/15 fino alla croce di monte Rît, passando per il bosco, capace di regalare, attraverso il suo silenzio, il pieno contatto con la natura. Dalla croce, attraverso i prati di Rît, si può salire fino alla cima Pares sul sentiero 15/B.

La discesa inizia sul sentiero 15/B, per poi congiungersi al sentiero 15 per Ciurnadú. Da Ciurnadú, il percorso porta alle Villes di Tolpei e Dlijia Vedla fino alla nota chiesetta di S. Barbara. Un sentiero, ideato come sentiero della meditazione, riporta dalla chiesetta al centro del paese di La Val.

Dislivello fino al monte Rît: 670m

Dislivello tra il monte Rît e la cima Pares: 280 m

Durata: 2,5 - 3 ore (+ 1 ora fino alla cima Pares)

Escursione sulle tracce della Prima Guerra Mondiale

Durante la Prima Guerra Mondiale, le Dolomiti furono scenario di violenti battaglie tra le armate austro - ungariche e italiane.

Nel maggio del 1915 il regno d' Italia dichiarò guerra all'impero Austro - Ungarico. Di conseguenza furono impostate armate dell' esercito austriaco lungo la linea di confine nelle Dolomiti con l' intenzione di fermare l'avanzata dell'esercito italiano, controllato dal commando presso le Cinque Torri.

Da entrambe le parti furono costruiti passaggi attraverso i monti; gallerie, arrampicate, per raggiungere le impostazioni sulle vette.

Grazie alla collaborazione internazionale e i finanziamenti comunitari, è stato possibile restaurare le impostazioni di guerra e creare i musei, unici nel loro genere, presso e all'interno del monte Lagazuoi, presso le Cinque Torri, e il museo di guerra nel forte Tre Sassi al passo Valparola.

Oggigiorno si possono visitare le impostazioni di guerra lungo il fronte attraverso percorsi ben preparati e segnati, ripercorrendo i luoghi della Prima Guerra Mondiale da cima a cima, attraverso arrampicate e sentieri bellici.

I luoghi offrono la possibilità di intraprendere escursioni di ogni livello, dalle passeggiate su itinerari facili, alle arrampicate alpine per esperti, dalle escursioni di un'ora, agli itinerari in grado di occupare l'intero arco della giornata.

Lungo i diversi percorsi si trovano inoltre molteplici segnaletiche interessanti, che descrivono gli accadimenti di guerra nei posti indicati.